LA PONTONI FALCONSTAR NON PUO’ SBAGLIARE CONTRO PALERMO, E’ GIA’ UNO SCONTRO DIRETTO. IN DUBBIO MAZIC, BACCHIN DISPONIBILE

LA PONTONI FALCONSTAR NON PUO’ SBAGLIARE CONTRO PALERMO, E’ GIA’ UNO SCONTRO DIRETTO. IN DUBBIO MAZIC, BACCHIN DISPONIBILE

Nulla è determinante a questo punto della stagione, ma sicuramente la sfida interna con la Green Basket Palermo, stasera alle 20.30 al PalaPaliaga, è probabilmente la più importante di quelle giocate finora dalla Pontoni Falconstar, che dopo le sconfitte con Brianza e Virtus Padova deve cominciare a sorridere in via Baden Powell ritrovando un successo casalingo che manca dai play-off con San Miniato. Ne è consapevole tutto il gruppo di coach Praticò che infatti in settimana si è preparato con particolare attenzione. “E’ stata una buona settimana di allenamenti, con un salto di qualità nell’atteggiamento in difesa e nell’attenzione ai dettagli – assicura il tecnico della Falconstar – ora però siamo attesi dal passo più difficile, trasferire in partita ciò che di buono vediamo in allenamento. Quella con Palermo è una partita che non possiamo sbagliare, se è vero che noi non abbiamo mai vinto in casa è anche vero che i siciliani sinora non hanno mai vinto in trasferta, una delle due serie si interromperà e dovrà assolutamente essere la nostra, anche perché affrontiamo una squadra del nostro livello, è una sorta di scontro diretto anticipato”. Nella Pontoni non è in dubbio Bacchin, che aveva concluso la gara con Vicenza con il turbante dopo uno scontro testa contro testa con un avversario ma che si è allenato regolarmente e giocherà con la protezione. C’è invece un allarme Mazic, alle prese con un problema al polpaccio che è ancora in fase di valutazione. C’è un ematoma e si capirà se potrà essere della gara solo in giornata, dopo l’esito dell’ultima seduta di terapie. Tutti disponibili gli altri, e tutti chiamati ad un riscatto. Come già sottolineato in settimana sia dallo stesso coach che da Max Rezzano, si dovrà andare gradualmente verso un maggior utilizzo degli under che dal canto loro dovranno, con l’aiuto dei più esperti, accelerare la crescita. “Anche i giovani in settimana hanno avuto un altro tipo di atteggiamento – conclude Praticò – abbiamo fatto molte partitelle senior contro under proprio per dargli responsabilità nelle situazioni e nelle conclusioni. C’è tanta competizione tra di loro anche perchè ci sono diversi pariruolo, ognuno deve dare segnali per conquistarsi il minutaggio e questo farà bene a tutta la squadra nel suo complesso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.