UN DERBY DA OSCAR PER LA PONTONI FALCONSTAR. SALVEZZA (QUASI) IN CASSAFORTE, PENSIERINO PLAY-OFF. NAONI OUT 10 GIORNI

UN DERBY DA OSCAR PER LA PONTONI FALCONSTAR. SALVEZZA (QUASI) IN CASSAFORTE, PENSIERINO PLAY-OFF. NAONI OUT 10 GIORNI

Una sceneggiatura da Oscar per la più bella vittoria della stagione. Un PalaPaliaga nuovamente pieno al 100%, di fronte una grande squadra, la capolista, in un derby, e portare a casa la vittoria che ti avvicina sensibilmente (restando scaramantici, fin quando non arriva la certezza matematica) alla salvezza anticipata e regala un finale di stagione con 4 partite utili con la speranza di lottare per i play-off. E’ stata una serata da sogno quella di sabato per l’ambiente biancorosso, che per una sera ha riassaporato una di quelle imprese che fortunatamente i tifosi della Falconstar hanno vissuto spesso nella storia societaria legata ai derby regionali. Una vittoria meritata dalla Pontoni che ha passato in vantaggio più o meno 30 dei 40′ di partita contro la miglior squadra del campionato, la Gesteco Cividale, frutto di una prestazione corale eccellente su entrambi i lati del campo. “E’ stata una di quelle partite che ripagano tutto l’impegno che dalla società, ai giocatori a noi dello staff tecnico, mettiamo quotidianamente in palestra – commenta coach Praticò – la serata perfetta perchè tutti i ragazzi hanno giocato bene, come un’orchestra. Il gioco d’attacco proposto è stato di qualità, questo anche grazie al fatto che contro squadre così c’è sempre un alto livello ed è più facile giocare bene. Da parte nostra però la partita si è decisa in difesa, quando abbiamo costretto la Gesteco a 3 infrazioni di 24″ di fila abbiamo capito che si poteva fare. E’ una vittoria che dedichiamo al nostro Paolo Russi (assistente allenatore, ndr) che ci auguriamo di vedere presto nuovamente con noi in palestra”. Tantissime ovviamente le note positive legate ai singoli, o meglio, tutte ultra positive, con rotazioni un po’ più ridotte rispetto al solito frutto anche della prestazione eccellente di chi è sceso in campo. Da Bacchin che ha dato il cambio di ritmo, a capitan Scutiero con le sue triple (“Ma ha giocato alla grande anche in difesa”, aggiunge il coach), da Rezzano per il quale ormai sono terminati gli aggettivi, alla roccia Medizza, da Prandin che ha annullato Chiera, a Naoni che non stava sbagliando niente fino all’infortunio (frattura semi-scomposta del setto nasale, operato, ne avrà per una decina di giorni, poi tornerà in campo con la maschera) fino a Bellato e naturalmente Mazic, che è stato assieme a Rezzano l’mvp della gara. “Solo a fine gara mi sono accorto che Armin è rimasto in campo per 37′, deve aver giocato davvero bene se non l’ho mai tolto – scherza il coach – ci ha dato esattamente quello che avevamo in mente quando lo abbiamo preso, la capacità di decidere le partite con le giocate di qualità. Spendo una parola in più per Bellato che recentemente aveva giocato poco pur meritando di più ma non ha mai mollato un centimetro in allenamento, ha avuto una grande reazione e questo gli ha permesso di giocare un derby da protagonista”. Per la Pontoni ora arriva una settimana utile per ricaricare le pile visto che la partita pre-pasquale con Padova non si giocherà per la convocazione in azzurro di un under della Virtus. C’era la possibilità di anticipare la gara a mercoledì (match casalingo per la Pontoni, che avrebbe potuto sfruttare la scia dell’entusiasmo) ma non ci si è accordati e quindi si recupererà più avanti. Appuntamento dunque a domenica 24 aprile alle 18 sul parquet di Fiorenzuola, partita che diventa un altro bivio, ma stavolta per i play-off.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

CAMPIONATO 2022/23 0 Giorni 21 Ore 38 Minuti 27 secondi
Tickets