TANTA ENERGIA NON BASTA ALLA PONTONI FALCONSTAR PER PASSARE A VICENZA. DECISIVA L’ASSENZA DI NAONI, CHE TORNERÀ’ CON BOLOGNA

TANTA ENERGIA NON BASTA ALLA PONTONI FALCONSTAR PER PASSARE A VICENZA. DECISIVA L’ASSENZA DI NAONI, CHE TORNERÀ’ CON BOLOGNA

Ci ha messo tanta energia la Pontoni Falconstar, come dimostrano i 18 rimbalzi offensivi conquistati e i 46 totali, ma questa componente non è stata sufficiente per ovviare al deficit di fisicità causato dall’assenza di Naoni e a percentuali non eccezionali, e così i biancorossi si sono dovuti arrendere alla Civitus Vicenza nello scontro diretto con vista sui play-off. Dopo due quarti in perfetto equilibrio Vicenza ha operato il break nel terzo quarto e l’ha difeso fino alla fine grazie soprattutto alle 12 triple a segno, cinque tiri pesanti in più rispetto alla Falconstar, ed è questo che ha fatto la differenza. “Vicenza ha tirato molto bene e soprattutto ha segnato canestri importanti nei momenti in cui potevamo scappare via, bisogna fargli i complimenti e guardare avanti – sintetizza coach Praticò – sapevamo di non essere nelle condizioni ideali, senza Naoni e con Medizza a mezzo servizio (problema al gomito destro, è sceso in campo senza allenamenti con il gruppo nei giorni precedenti, ndr), ma ce l’abbiamo messa tutta. Ai miei ragazzi non posso rimproverare niente, 75 punti per noi sono un bel bottino, finora con questo punteggio avevamo sempre vinto in trasferta. Stavolta però ci siamo scontrati con una formazione che oltre ad aver fatto un’ottima partita, per noi è indigesta come accoppiamenti. Senza Naoni abbiamo subito la loro fisicità sugli esterni, loro hanno vinto la partita in quel reparto. Peccato perché dal punto di vista della classifica vincere ci avrebbe dato una bella spinta, c’è rammarico ma anche la consapevolezza di aver fatto il massimo”. Le note positive sono arrivate dal solito Rezzano (25 punti) ma anche dai giovani Maiola e Sackey. “Maiola ha giocato 8 minuti buoni, ha avuto un plus/minus positivo e ci ha dato la possibilità di far rifiatare qualche titolare nel ruolo – continua il tecnico triestino – Sackey (8 punti e 7 rimbalzi, 14 di valutazione, ndr) ha giocato davvero benissimo ma devo dire che mi aspettavo una prova così da lui perchè durante la pausa ha lavorato benissimo”. Per la prossima gara, una partita da vincere a tutti i costi in casa contro Bologna (si giocherà domenica alle 18 in quanto è l’ultima d’andata e tutte le gare devono essere giocate in contemporanea), coach Praticò ritroverà Naoni, tornato ieri a Monfalcone dalla quarantena passata a casa a Brescia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.