PER LA PONTONI FALCONSTAR UNA SCONFITTA CHE NON PREOCCUPA A MESTRE. TESTA GIA’ ALLA FONDAMENTALE SFIDA CON JESOLO

PER LA PONTONI FALCONSTAR UNA SCONFITTA CHE NON PREOCCUPA A MESTRE. TESTA GIA’ ALLA FONDAMENTALE SFIDA CON JESOLO

La sfida con Jesolo alle porte, partita che si giocherà sabato al PalaPaliaga alle 19.30 e che inaugura un marzo decisivo per la missione salvezza anticipata della Pontoni Falconstar, è troppo importante per rimuginare su un match, quello con la Gemini Mestre, nel quale la squadra biancorossa è stata semplicemente messa sotto, nella seconda parte di gara, dalle qualità degli avversari, oltretutto molto motivati dall’esigenza di lasciarsi alle spalle la serie negativa. La classica sfida nella quale i meriti dei vincitori sono superiori ai demeriti degli sconfitti. “Questo dobbiamo riconoscerlo, Mestre ha giocato una gran partita, lo spettacolare dato di valutazione finale, 131, dice già praticamente tutto – racconta coach Praticò – noi abbiamo giocato 25′ alla pari e in questo abbiamo dato continuità al nostro buon momento, poi dopo il loro strappo non siamo riusciti a reagire, non abbiamo trovato il modo per restare attaccati alla partita fino alla fine anche perchè loro hanno davvero aumentato il livello fisico e tecnico del match. Dalle nostre 13 palle perse la Gemini ha spremuto ben 25 punti, in pratica ogni palla persa nostra si è trasformata in un canestro loro, non succede praticamente mai se non quando dall’altra parte ci sono giocatori di grande livello. La chiave della gara è tutta qui. Petrucci, Drigo e Bortolini da soli hanno fatto 80 di valutazione, non c’è stato nulla da fare”. In casa Falconstar i 3 giocatori in doppia cifra in punti realizzati, Prandin (16), Medizza (13) e Naoni (15) sono stati anche i migliori della Falconstar ed è in particolare la gara del playmaker bresciano quella da sottolineare, con Naoni che dopo un periodo di appannamento dovuto alla sosta forzata per la positività al Covid ora sembra aver ripreso anche il ritmo fisico cui aveva abituato, ben testimoniato dai 31′ in campo, secondo solo a Rezzano in quanto a minutaggio. “Non è un ko che preoccupa – conclude il tecnico triestino – arriviamo comunque bene alla sfida con Jesolo che è molto importante per il nostro percorso stagionale. Conta per la classifica e conta anche per il morale visto che poi ci sarà la pausa di campionato (e la Falconstar non ha gare da recuperare, ndr). Ora dobbiamo solo pensare a recuperare le energie e qualche acciacco per farci trovare pronti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FALCONSTAR vs ETRUSCA GARA 3 -5 Giorni 1 Ore 8 Minuti 58 secondi
Tickets