ESORDIO DA BRIVIDI PER LA PONTONI FALCONSTAR SUL PARQUET DI RAGUSA. PRIMA DA CAPITANO PER MEDIZZA, ASSENTE BELLATO

ESORDIO DA BRIVIDI PER LA PONTONI FALCONSTAR SUL PARQUET DI RAGUSA. PRIMA DA CAPITANO PER MEDIZZA, ASSENTE BELLATO

La prima trasferta in aereo nella storia della Falconstar coincide con la prima giornata della nuova stagione in serie B per il gruppo di coach Matteo Praticò che oggi alle 19 al PalaPadua di Ragusa, in Sicilia, affronta la locale Virtus Kleb. Se si dovesse dar retta ai risultati di Supercoppa, con i biancorossi eliminati al primo turno e la Virtus arrivata fino ai quarti di finale, la partita potrebbe sembrare chiusa, in realtà, al di là delle incognite che sempre gravano sulla prima giornata, la Pontoni si presenta in Sicilia con fiducia anche perchè la squadra paga l’assenza del solo Bellato (fastidio al ginocchio) ma il gruppo senior è al completo. Presente regolarmente anche Cestaro che ha assorbito la botta alla mano subita qualche giorno fa. La Pontoni è arrivata già ieri a Ragusa e ha avuto il tempo di svolgere l’allenamento di rifinitura e, stamattina, la classica seduta di tiro prepartita. “Ottima organizzazione, arriviamo freschi alla palla a due – riconosce coach Praticò – sicuramente è una partita insidiosa, per prima cosa c’è da capire come stiamo dopo un inizio con qualche problema fisico sparso qua e là tra diversi giocatori. Siamo comunque in grado di competere, pur se non nelle migliori condizioni. La gara di Mestre non fa testo, abbiamo affrontato una squadra più avanti di noi e più forte, oggi sarà un’altra storia”. Rispetto a 12 mesi fa la Falconstar parte da tante conferme nel gruppo senior, e conscia delle proprie qualità anche grazie al risultato ottenuto a fine stagione, ovvero la conquista dei play-off. “C’è da trovare la chimica di squadra integrando i nuovi under – continua il tecnico triestino, che quest’anno avrà come vice Roberto Fazzi – l’ingresso dei giovani sarà graduale ma sono convinto possano già darci una mano, penso per esempio a Furin che sarà l’unico vero cambio per i lunghi, al di là di Coronica che può giocare in più ruoli. Ho chiesto agli under di giocare semplice e senza pressioni”. Toccherà dunque ai senior, a partire da Devil Medizza che ha ereditato da Scutiero i gradi di capitano, incidere sul match, tanto più che l’ambiente sarà caldo come sempre nei palazzetti del sud Italia. “Ci sono stato sia da giocatore che allenatore e posso confermare che è complicato – prosegue Praticò – ci sono gli ultras, l’approccio allo sport è diverso, c’è un altro calore e questo rende ogni partita lì più difficile. Dalla nostra però abbiamo appunto l’esperienza in tanti uomini, ne hanno viste di cotte e di crude e non ci saranno problemi”. Obiettivo tecnico della gara, tenere la gara sotto ritmo contro una formazione che predilige invece la corsa. “Ragusa è una squadra da corsa, con caratteristiche che in questo momento, con una condizione fisica non al top, possono metterci in difficoltà. Sono molto giovani come età media, amano transizione e tiro da 3 punti, segnano tanto ma subiscono anche tanto. Una partita a basso punteggio ci potrebbe favorire”. Guardano invece al futuro stagionale, l’obiettivo della Pontoni è assolutamente chiaro. “Ci sono a disposizione 8 posti (dal 5° al 12°, ndr) per andare a giocare lo spareggio per l’ammissione alla B1 – conclude il coach – in casa abbiamo sempre avuto un ottimo rendimento quindi cercheremo di conquistare il vantaggio del fattore-campo, in ogni caso sarà importante arrivare in una di quelle posizioni e soprattutto essere al meglio della condizione nella volata finale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.