Main Sponsor

HomeBCC
HomeBudai
HomeGma
HomeNovaedil
HomeOTP
HomeSalet
al gambero
anpa
cc
dana sport
esquimou
homealloys
homebaruniverso
homecdl
homeisolmecar
homemonferr
homepetrol
montena p
starbene_logo
studio

LIVE SCORE

FALCONSTAR, SONO SEMPRE DI PIU' LE CERTEZZE CARATTERIALI, TECNICHE E ATLETICHE. CON VERONA VINTA UNA GARA DA PLAY-OFF

Una vera partita da play-off, dura e combattuta, dalla quale ancora una volta la Falconstar esce con il massimo dei voti, ormai una lieta costante nel cammino biancorosso di questa stagione. Aveva tanto da dire la gara interna con la Europe Energy Verona, vinta 81-72 con il sorpasso definitivo nell'ultimo quarto, e ha detto, o meglio confermato, solo cose belle, dalle qualità caratteriali della squadra nei momenti difficili (la capacità di riuscire a galleggiare senza subire pesanti break unita a quella di saper reagire e ritrovarsi in pochi minuti) a quelle tecniche, a quelle atletiche, perchè, e questa è un'altra costante positiva, la Falconstar esce alla distanza e riesce quasi sempre ad avere la meglio sugli avversari quando la stanchezza comincia a essere un fattore. I 29 punti realizzati nell'ultimo quarto, utili per passare dal -4 del 30' al +9 finale, sono alquanto significativi.

"E' stata una bella partita, forse non una delle nostre migliori sotto il profilo del gioco espresso, ma sicuramente ottima dal punto di vista dell'aggressività e dell'intensità - riconosce coach Tomasi - devo fare i complimenti ai ragazzi perchè hanno interpretato al meglio una gara ricca di difficoltà, a partire da quelle fisiche, perchè Verona ha molti centimetri. Invece abbiamo tenuto ben presenti i punti del piano partita, abbiamo isolato Soave lavorando molto sulle linee di passaggio e abbiamo tenuto bene anche Damiani, che peraltro si è dimostrato un ottimo giocatore. Per l'ennesima volta i nostri lunghi, da Skerbec a Miniussi, da Rorato a Girardo, sono riusciti a non pagare dazio contro pacchetti più attrezzati per chili e centimetri". La certezza è dunque che la Falconstar riesce a tradurre in campo tutto il lavoro settimanale e gli obiettivi del gioco, grazie all'applicazione del gruppo, alle idee dello staff tecnico e alla fiducia generale che pervade un ambiente il cui morale è irrobustito dai risultati e dai punti in classifica che arrivano copiosi. Copiosi come quelli di Tim Skerbec, che ha messo un altro mattoncino per la classifica cannonieri con 24 punti. L'asse con Scutiero (13 punti, 6 rimbalzi e 6 assist) continua a essere un'altra delle certezze cantierine. Si è rivisto in panchina Daniel Tonetti, ma non è stato utilizzato. Il recupero dalla distorsione alla caviglia può procedere con calma e a questo punto è pressochè certo che anche a Mestre, in quella che sarebbe una gara da ex, non scenderà in campo, per tornare pronto dopo la pausa di fine anno.

FALCONSTAR BASKET